Video su Facebook: cinque consigli utili.

Facebook ha superato recentemente i due miliardi di utilizzatori. Un risultato senza precedenti che offre ancora più opportunità di creare connessioni, far crescere comunità e raggiungere ancora più persone con il tuo brand e messaggio.

Di Claudio Brignole

I tuoi video posso essere visti da un gruppo di persone perfetto per il tuo prodotto/servizio grazie alla possibilità di selezionare il tuo target ideale. Ma come per ogni cosa ci sono anche i lati negativi. Facebook ha più di 4 milioni di clienti che usano il social network per promuoversi. Sempre più inserzionisti su Facebook vuol dire sempre più affollamento di messaggi pubblicitari sulla timeline degli utenti e concorrenza per raggiungere lo stesso target che si trasforma in un costo maggiore perché più c’è richiesta più aumenta il costo per mostrare il tuo messaggio.

Usare i video può aiutare a risolvere questi due problemi perché può metterti in luce e attirare maggiormente l’attenzione oltre ad abbassare i costi dell’inserzione mostrando il tuo annuncio più volte rispetto a quelli solo con immagini. Questo perché, almeno per ora, Facebook privilegia i video mantenendo i costi più bassi. Secondo recenti ricerche quasi il 50% dei consumatori interagisce in un qualche modo con i video su Facebook che favoriscono gli acquisti aumentandoli dell’83%. 

Con questi numeri dovresti pensare seriamente di usare facebook e i video per promuovere i tuoi prodotti e/o servizi. Quello che ti serve sono video ben realizzati e per avere dei buoni risultati bisogna tenere in mente alcuni punti chiave, cosa che noi di Yoori ovviamente facciamo sempre:

1) I video su Facebook come impostazione di default sono in autoplay.
Il fatto che i video partano automaticamente aiuta a catturare l’attenzione immediatamente ma nello stesso tempo rende importantissimi i primi 3 secondi che mediamente catturano il 65% degli utenti che poi rimangono sullo schermo per almeno 10 secondi, il 45% di questi spettatori poi arriva fino a massimo 30 secondi prima di scorrere in avanti la pagina. Un buon sistema per misurare per quanto tempo la tua audience guarda i tuoi video è “Video Average Watch Time” nel tuo Facebook Insights. Per ogni video pubblicato c’è la media del tempo di quanto è stato guardato. Noterai che la maggior parte delle views non supera i 5 secondi. Per assicurare che la tua audience guardi il tuo video dall’inizio alla fine bisogna fare in modo che i primi 3 secondi siano interessanti e questo si raggiunge con un immagine d’impatto o un titolo con una domanda o un’affermazione che catturino l’attenzione con un messaggio semplice, non serve creare una storia, serve creare un’emozione.

2) Bisogna usare sempre il testo.
Un solo dato per far capire quanto sia importante il testo sul video per comunicare con la tua audience: 85% dei video su Facebook è visto senza audio. La maggioranza degli spettatori si ferma e guarda solamente le immagini. Non hanno bisogno voci o suoni per capire e prendere decisioni sul tuo brand. Bisogna quindi applicare il testo fin dall’inizio del video, usando sempre lo stesso font e i colori del tuo brand per mantenere una coerenza visiva che permetta ai tuoi potenziali clienti di riconoscere subito la tua azienda/prodotto/servizio.

3) Focalizzarsi solo su un punto importante. 
Il video deve essere il più semplice possibile, bisogna concentrarsi su un punto semplice da comunicare e da capire. Se il video è facile e immediato ha molte più possibilità di essere condiviso e quindi diventare virale perché lo spettatore può descriverlo ai suoi amici senza sforzo. Bisogna capire la propria audience e cercare di utilizzare argomenti che possono fare leva e aumentare le condivisioni e poi creare un video che soddisfi alcuni di questi punti a seconda dei tuoi obiettivi:

  • che sia divertente
  • che trasmetta un’emozione
  • che mostri chiaramente un prodotto o servizio
  • che faccia sentire lo spettatore unico, fargli pensare che sia il primo ad aver scoperto il tuo prodotto/servizio

Tieni sempre in considerazione che anche seguendo tutte queste indicazioni un video ha bisogno di tempo (e quindi di un certo investimento monetario) per raggiungere un gran numero di clienti. È necessario fare dei test inserendo diversi messaggi per diversi tipi di target e verificare periodicamente quelli che funzionano meglio. È un lavoro che richiede metodo e tempo. Approfondiremo meglio questo argomento in un altro post.

4) Caricare i video direttamente su Facebook.
Il video non deve essere condiviso da un link di un servizio esterno come You Tube. I video caricati direttamente sul social sono visti il 477% di più e hanno il 109% d’interazioni in più rispetto a quelli con un link esterno. Inutile dire che questo accade anche perché Facebook ha più interesse a proporre un video residente nel suo network rispetto a quelli caricati su un servizio concorrente come You Tube.

5) Pensare bene al testo che accompagna il video.
I testi che funzionano meglio sono quelli che pongono una domanda che provochi una reazione nel pubblico e che non siano mai troppo lunghi riprendendo alcune parole chiave utilizzate nel video. Ricorda, serve un messaggio semplice che sia facilmente memorizzabile e per raggiungere questo obiettivo bisogna essere sintetici.

Una volta che il video è stato caricato e  la tua campagna promozionale su Facebook è iniziata devi seguire costantemente i risultati. Non basta schiacciare il pulsante pubblica e poi aspettare che arrivino i clienti, devi cercare di capire come ottimizzare le cose in base ai risultati, è uno dei vantaggi maggiori di usare Facebook, avere un feedback preciso che ti permette di misurare i risultati. Facebook ha molti strumenti per capire come stanno andando le cose, trovi una panoramica a questo link

Il video è un elemento fondamentale per promuovere un prodotto o servizi su Facebook ma non nascondiamo che esiste una complessità di fondo nella gestione delle campagne per le molte opzioni che sono messe a disposizione e che richiedono tempo per essere ottimizzate e ottenere buoni risultati anche con un investimento modesto. Non aspettarti subito risultati incredibili ma con il tempo e l’esperienza avrai sicuramente ottimi risultati nel medio periodo.

Scopri i video di Yoori, clicca qui

Condividi questo post 

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn

Lascia un commento